Galleria Immagini

prodotti boema / Frozen Product / Pelatura a vapore per pesche

Pelatura a vapore per pesche

Pelatura pesche a vapore ecologica

Boema S.p.A. sfrutta il concetto della pelatura a vapore per tuberi e radici per applicarlo alle pesche. Con le stesse fasi di lavorazione standard, è possibile pelare le pesche tramite il vapore senza l’aditivi chimici che potrebbero alterare il sapore e l’odore del frutto. Rispetto all’utilizzo convenzionale di tale macchina, vengono fatti dei accorgimenti puramente meccanici per preservare l’integrità della pesca in modo da non rovinarla o ammaccarla essendo più delicata dei tuberi.

Il ciclo di lavoro è il seguente:

1) CARICO PRODOTTO: Il prodotto, precedentemente caricato nella tramoggia superiore (che può essere dotata di proprie celle di carico per uniformare i batch), viene trasferito al contenitore di pelatura nel quale il cestello interno ruota per favorire la corretta distribuzione del prodotto all’interno.

2) ESPULSIONE ARIA: l’iniezione del vapore comincia mentre si sta ultimando il carico tramite un iniettore posto sul fondo del contenitore stesso. Grazie alla continua rotazione del cestello interno, questa fase è molto veloce (qualche secondo), inoltre la continua movimentazione del prodotto fa si che non si creino delle zone preferenziali per il passaggio del vapore ed evita la formazione di bolle d’aria intrappolate all’interno del contenitore.

3) CHIUSURA DEL CONTENITORE ED IMMISSIONE DI VAPORE: chiuso il portellone di sicurezza, il contenitore ruota in posizione orizzontale; intanto comincia l’immissione di vapore tramite il collettore di alimentazione principale posto all’interno del supporto di rotazione del contenitore. Il cestello interno continua a ruotare favorendo l’omogenea distribuzione del vapore tra il prodotto e nel frattempo inizia il carico della tramoggia superiore per il ciclo successivo.

4) PELATURA E PREPARAZIONE DEL CICLO SUCCESSIVO: raggiunta la pressione di vapore voluta e mantenuta per un tempo di permanenza pre-impostato, avviene la pelatura per effetto della repentina depressurizzazione del contenitore che provoca lo scoppio della buccia. Anche in tutta questa fase, il cestello interno continua a ruotare, svolgendo il duplice ruolo di favorire il distaccamento di tutta la buccia e d’impedire che parti di prodotto rimangano immerse nella condensa che si raccoglie sul fondo del contenitore, che annullerebbe l’effetto di depressurizzazione sul prodotto. Nel frattempo la tramoggia superiore è pronta per il successivo ciclo.

5) SCARICO CONDENSA, BUCCE E PRESSIONE INTERNA: grazie alla possibilità di ruotare l’intero contenitore del pelatore a pressione mod. SPB, facilita anche la fase di scarico che prevede prima una leggera rotazione verso l’alto del contenitore per facilitare lo scarico delle condense e delle bucce che si raccolgono sul fondo, successivamente ruota verso il basso per lo scarico del prodotto.

6) SCARICO PRODOTTO: lo scarico del prodotto viene velocizzato dalla continua rotazione del cestello interno, e alla sua conclusione, il contenitore ruota nuovamente verso l’alto nella posizione di carico per il successivo ciclo di pelatura.

Le durate di alcune fasi del ciclo possono essere preimpostate dal PLC.

Successivamente alla pelatura a vapore, Boema costruisce spazzolatrici a rulli A82 ricoperte da setole morbide adatte alla finitura della pelatura. Tale macchina ha i rulli disposti orizzontalmente e il numero di essi dipende dalla capacità oraria.

richiedi informazioni

Tipo richiesta *
Azienda*
Email*
Nome / Cognome*
Nazione*
Telefono*
Messaggio